Bono (Fincantieri): «giovani hanno perso voglia di lavorare»

Sono destinate a far discutere le parole pronunciate dall’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, durante una tavola rotonda dedicata al lavoro che cambia alla conferenza di organizzazione della Cisl. «Nei prossimi due o tre anni avremo bisogno di 5-6 mila lavoratori ma non so dove andarli a trovare. Carpentieri, saldatori, abbiamo lavoro per 10 anni e cresciamo ad un ritmo del 10% ma sembra che i giovani abbiano perso la voglia di lavorare. D’altra parte, se uno si accontenta di fare il rider a 500/600 euro… Da noi un lavoratore medio prende 1600 euro: purtroppo mi sembra che abbiamo su questo cambiato cultura».

«Sento parlare tanto di lavoro, crescita, infrastrutture, porti, autostrade e aeroporti e penso che noi fra un po’ di tempo avremo più università che laureati, più porti che navi, più aeroporti che passeggeri. Questi sono gli sprechi del paese: vogliamo tutto ma vogliamo che lo facciano gli altri. C’è un appiattimento generalizzato: non posso pagare un saldatore come un magazziniere, lo dovrei pagare come un ingegnere e invece no», ha concluso. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)

Tags: