Unesco, Zaia: «Stop cemento su Colline Prosecco»

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha dettato la linea per le prossime mosse dopo l’ambito riconoscimento Unesco alle Colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. In un incontro con i sindaci e le associazioni di categoria Zaia ha ribadito che non verranno costruiti nuovi alberghi, non ci sarà dunque una cementificazione della zona, né alberi spiantati.

«Entro 120 giorni sarà pronto il piano di gestione del nuovo sito Unesco Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene – ha spiegato -. Si dovrà lavorare all’immagine coordinata, perché dobbiamo ragionare come un’azienda unica, poi si organizzeranno l’attività di animazione sul territorio per i cittadini, la formazione per le guide, i percorsi con punti di osservazione. E l’albergo diffuso. All’Unesco abbiamo garantito che nella “core zone” impediremo l’edificazione di alberghi, ma non sarà un territorio ingessato. I vecchi casali che oggi sono in stato di semi abbandono, infatti, potranno essere recuperati per creare un’ospitalità diffusa. Spero – ha concluso Zaia – che gli investitori siano del territorio, è una grande opportunità, anche occupazionali per i giovani».

ph Facebook Luca Zaia

Tags: ,