Allarme Ebola, epidemia in Congo è “emergenza internazionale”

Ginevra, 18 lug. (AdnKronos Salute) – L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato l’epidemia di nella Repubblica Democratica del Congo “una emergenza sanitaria pubblica a livello internazionale”. La dichiarazione, uno dei massimi livelli di allarme dell’organismo, è giunta al termine di una riunione di emergenza di esperti dell’Oms dopo i primi casi di Ebola individuati a Goma, città con due milioni di abitanti a ridosso del confine con il Ruanda.
Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute congolese, nel Paese vi sono stati 2.512 casi di Ebola (2.418 confermati e 94 probabili) con 1.676 morti. A Goma, dove un primo caso è stato individuato domenica, sono ormai 22 le persone che potrebbero essere state contagiate. L’Oms ha esortato i Paesi confinanti a coordinarsi per la prevenzione del rischio di epidemia e “migliorare la capacità di individuare e gestire” possibili casi della malattia. Vengono però escluse restrizioni sugli spostamenti. “Nessun Paese deve chiudere le frontiere o porre restrizioni ai viaggi e al commercio”, precisa l’Oms.