Redentore, festa in sicurezza

In occasione della Festa del Redentore, in programma sabato 20 e domenica 21 luglio nelle aree prospicienti lo specchio acqueo del Bacino di San Marco, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha emanato un’ordinanza che detta le misure di prevenzione per l’incolumità e la sicurezza pubblica. L’evento è stato oggetto anche di un Tavolo tecnico convocato dalla Questura, che ha definito le seguenti misure per la gestione di eventuali situazioni di pericolo:

– individuazione di via di fuga, con l’assistenza di apposito personale;
– previsione di corridoi di emergenza;
– suddivisione in settori dell’area di affollamento;
– individuazione di punti di assistenza medica e di protezione civile e di spazi di soccorso raggiungibili dai mezzi di assistenza;
– riduzione drastica della presenza di contenitori di vetro nelle aree interessate dagli eventi, nelle vie di fuga e nelle aree limitrofe.

In particolare, dalle ore 19 di sabato 20 alle ore 3 di domenica 21 luglio, nel territorio del centro storico di Venezia, è vietata alle attività commerciali, artigianali e agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande la vendita per asporto di bevande, comprese quelle alcoliche e super alcoliche, in bottiglie o qualsiasi altro contenitore di vetro; è vietato inoltre il trasporto senza un giustificato motivo sulla pubblica via di qualsiasi tipo di bevanda in bottiglie o altro contenitore in vetro.

Nell’area marciana, Riva degli Schiavoni, Riva della Ca’ di Dio, Riva San Biagio, Riva dei Sette Martiri, Campo SS. Filippo e Giacomo, Fondamenta della Dogana, Fondamenta Zattere ai Saloni, Fondamenta Zattere allo Spirito Santo, Fondamenta Zattere agli Incurabili, Fondamenta Zattere ai Gesuati, compresi il Campo della Salute e la Punta della Dogana, Fondamenta San Giovanni (Giudecca), Fondamenta delle Zitelle, Fondamenta della Croce, oltre al sagrato della Chiesa di San Giorgio Maggiore, nonché in tutte le aree attigue che costituiscono vie d’esodo in caso di necessità, è vietata la somministrazione sul suolo pubblico in contenitori di vetro, mentre è consentita all’interno degli esercizi.

Multe

E’ inoltre vietato trasportare o detenere spray a base di “Oleoresin Capsicum” (peperoncino) o di sostanze sintetiche che producono i medesimi effetti. Le violazioni saranno punite con sanzioni da 25 a 500 euro.

Protezione civile

Anche la Protezione Civile comunale si occuperà della sicurezza durante il weekend. Saranno infatti impegnati, dalle ore 17 e fino alla fine della manifestazione, circa 70 volontari e cinque natanti della Protezione civile comunale, del Nucleo PC Lido e della Guardia Costiera Volontaria.

La maggior parte dei Volontari, una quarantina, sarà dislocata nelle zone di Piazza San Marco, Giudecca, Ponte Votivo, Zattere e Salute, e impegnata nelle attività di presidio e monitoraggio a supporto della Polizia Locale e delle altre FF.OO. e per la prevenzione dei rischi.

Circa quindici volontari collaboreranno con le altre forze dell’Ordine (Polizia Locale, Capitaneria di Porto, Guardia Costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza, ecc.) in Bacino di San Marco e Canale della Giudecca, per far rispettare le distanze di sicurezza dall’area dei pontoni e dei fuochi, i corridoi di sicurezza individuati dalla Capitaneria di Porto e per dislocare i vari natanti nelle zone a loro riservate.

Infine un’altra quindicina di volontari, specializzati per l’antincendio boschivo, svolgerà funzione di vigilanza antincendio nelle aree di spiaggia del Lido, presso la Pineta degli Alberoni, a Pellestrina e in Pineta a Cà Roman.
Una delle imbarcazioni sarà inoltre dotata di motopompa per lo svuotamento di sentine di eventuali imbarcazioni in pericolo di affondamento.
Tutte le squadre operative e le imbarcazioni saranno in contatto radio con la sala operativa della Protezione civile comunale in via Lussingrande a Mestre e con i funzionari presenti nel posto di Comando avanzato, insediato a bordo di una motovedetta della Capitaneria di Porto ormeggiata in Riva degli Schiavoni.

Per coordinare le squadre in attività e rapportarsi con gli altri Enti operativi, presteranno complessivamente servizio otto dipendenti e due funzionari dell’ufficio comunale di Protezione civile.

Navigazione

Anche per quest’anno, in occasione della celebre Notte del Redentore, l’ordinato svolgimento della manifestazione che richiama negli specchi acquei del Bacino di San Marco e del Canale della Giudecca migliaia di persone a bordo di altrettante imbarcazioni sarà garantito da un imponente dispiegamento di ben 37 mezzi nautici e unità navali di Forze di Polizia e di Sicurezza e di Enti e Associazioni di supporto, tutti coordinati da un centro operativo di coordinamento costituito a bordo della Motovedetta CP287 della Guardia Costiera, ormeggiata nei pressi di San Zaccaria e composto dai rappresentanti delle varie forze di soccorso.

La citata unità infatti, grazie ai sofisticati sistemi tecnici di scoperta, controllo, telecomunicazione e trasmissione di dati, è configurata per l’impiego come piattaforma di comando e controllo polifunzionale e per la costituzione di un Posto di Comando Avanzato in grado di gestire operazioni complesse, coordinando varie unità navali; un mezzo che permetterà alla Guardia Costiera di assicurare i primari compiti di polizia marittima e sicurezza della navigazione e gestire con tempestività ogni eventuale intervento per la salvaguardia della vita umana.

I compiti specifici assegnati ai mezzi inseriti nel dispositivo operativo saranno quelli di monitorare il traffico acqueo nel corso delle operazioni di allestimento dei pontoni per lo spettacolo pirotecnico, di controllare il corretto afflusso e posizionamento delle imbarcazioni nelle aree all’uopo dedicate secondo la tipologia dell’unità e secondo gli orari appositamente prescritti e di effettuare un continuo monitoraggio e pattugliamento durante tutta la manifestazione al fine di prevenire eventuali situazioni di pericolo e imporre il rispetto dell’ordinanza di sicurezza della navigazione emessa oggi dalla Capitaneria di Porto di Venezia che disciplina i divieti e le aree di navigazione e sosta, i corridoi di sicurezza e le prescrizioni per la navigazione.

(Ph Comune di Venezia)