Natura e cultura, il borgo veneto amato dagli scrittori

Fa parte dell’associazione “Borghi più belli d’Italia“, è stato reso celebre dallo scrittore Pietro Bembo, ha ospitato (e in un certo senso lo fa ancora) l’attrice Eleonora Duse. Si tratta di Asolo, comune in provincia di Treviso situato in collina con altezze dagli 80 ai 300 metri. Un posto perfetto per unire cultura e natura.

Asolo ospita interessanti complessi architettonici, come Palazzo Beltramini, donato alla violinista Wilma Neruda, oggi sede del municipio, la casa di Eleonora Duse: sulla facciata, alcuni versi di Gabriele d’Annunzio dedicati alla dimora dell’attrice, la villa della scrittrice inglese Freya Stark: nel giardino sono presenti delle fondazioni di un teatro romano, la casa del compositore Malipiero, Villa Scotti-Pasini, dove visse il poeta Robert Browning, Villa Contarini degli Armeni (XVI secolo), con l’annessa villa degli Armeni (XVIII secolo), la “Casa Longobarda”. Anche la Rocca è molto famosa ed apprezzata. Ad Asolo si svolge inoltre un antico palio. Il cimitero monumentale di Sant’Anna è sepolta la già citata Duse. Definita da Giosuè Carducci la “Città dei cento orizzonti”, Asolo oltre al panorama mozzafiato e all’offerta culturale vanta anche un proprio vino, l’Asolo prosecco superiore Docg, per gustarsi meglio il soggiorno. (t.d.b.)

“Avanti, anima mia! E vidi una città, splendida di magnifiche architetture, perfette in ogni aspetto” (da “Asolando”) R. Browning

(Ph. Facebook – Asolo)