Autonomia, Cgil: «Bloccare subito il progetto»

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell’incontro tra il governo e sindacati sul Mezzogiorno ha parlato di autonomia dicendo che «bisogna bloccare subito il progetto. Questo Paese è già abbastanza diviso, non c’è bisogno di dividerlo ulteriormente. La prima cosa da fare è un piano straordinario per il Sud. Questo vuol dire avere un’idea di Paese unito, di un Paese che è in grado di agire anche in Europa, per cambiare le politiche europee».

«I diritti all’istruzione, alla sanità, al lavoro, allo stato sociale vanno garantiti – conclude Landini -. Abbiamo detto che c’è bisogno di un serio piano di investimenti nazionale che non guardi a domani mattina ma che sia in grado di definire nei prossimi anni quali infrastrutture vanno messe in campo, sia materiali, ferrovie, strade, banda larga, ma anche sociali, come scuole e ospedali».

(ph: imagoeconomica)