Carabiniere ucciso, Conte: «Bendare l’interrogato è reato»

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha commentato in lungo post su Facebook l’episodio della foto circolata sui social che ritrae uno dei due ragazzi americani responsabili dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega bendato durante l’interrogatorio. La foto è finita sui giornali americani e ha fatto discutere, suscitando la reazione del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri e il trasferimento del militare responsabile. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si è invece schierato a favore dei carabinieri sottolineando che l’unica vittima è il carabiniere ucciso.

«Ferme restando le verifiche di competenza della magistratura, riservare quel trattamento a una persona privata della libertà non risponde ai nostri principi e valori giuridici, anzi configura gli estremi di un reato – ha detto Conte -o, forse, di due reati». (t.d.b.)

(Ph. Imagoeconomica)