Rifiuti abbandonati, grazie alle auto civetta beccati 57 incivili

Sono due le vetture in dotazione con telecamera ad alta risoluzione che opera anche in situazioni di scarsa visibilità o in notturna

Ad un mese dall’inserimento della seconda auto civetta l’assessore all’ambiente Simona Siotto ha fatto il punto sui controlli per scongiurare l’abbandono dei rifiuti insieme a Mariano Farina amministratore unico di Aim Ambiente. «I rifiuti abbandonati o malconferiti in città costituiscono appena il 2-3% del totale della produzione di rifiuti – ha dichiarato Siotto -. Pertanto si può dire che il fenomeno sia limitato e che prevale in città il buon senso e l’attenzione dei cittadini nei confronti del conferimento secondo le regole. E’ ovvio che i sacchetti abbandonati sono evidenti e creano disordine e degrado. Le auto civetta stanno dando ottimi risultati. Certo non nego che mi piacerebbe che prima o poi si arrivasse a non avere nessun verbale a seguito di una massima attenzione verso le regole di conferimento. Si tratta di un obiettivo arduo ma ritengo che i cittadini che desiderano avere una Vicenza pulita e ordinata siano molti».

«E’ chiaro che gli interventi straordinari hanno un costo e tolgono tempo e risorse all’attività ordinaria – ha sottolineato Farina -. Stiamo cercando le soluzioni per ridurre le situazioni di emergenza e per migliorare i punti di raccolta dei rifiuti in centro storico». Nel 2019 sono stati staccati 57 verbali nell’ambito di controlli utilizzando le due auto civetta. Alla prima auto civetta, introdotta nel marzo 2016, si è aggiunta la seconda all’inizio del mese di luglio, entrambe con impianto di videosorveglianza per monitorare il territorio alla ricerca di chi abbandona la spazzatura fuori dai cassonetti. Quest’ultima, in particolare, è dotata di un’apparecchiatura moderna con telecamere ad alta risoluzione in grado di operare anche in situazioni di limitata visibilità o in notturna. Anche la prima auto civetta ha adottato lo stesso sistema evoluto di videosorveglianza.

Le sanzioni per chi non rispetta le regole di conferimento sono di 250 euro se non si effettua la corretta separazione 300 euro se si depositano i rifiuti fuori dai cassonetti, 450 euro se residenti fuori comune conferiscono rifiuti a Vicenza.