Mantoan rinuncia alla Sardegna e resta in Veneto, ma per quanto?

Il dg della Sanità era stato nominato lo scorso 1 agosto come commissario dell’Ats unica della Sardegna

Domenico Mantoan ha rinunciato all’incarico di commissario dell’Ats unica della Sardegna, ritenendolo «incompatibile» con il ruolo di direttore dell’Area Sanità e Sociale del Veneto, che ricopre dal 2010. Lo riferisce Filippo Tosatto nell’edizione di domenica de Il Mattino di Padova.

La decisione, che ha destato molto scalpore, è stata comunicata via al presidente Regione Christian Solinas, che aveva individuato nel massimo dirigente veneto l’uomo giusto per ricomporre il ventaglio di aziende sanitarie isolane.

Le motivazioni che hanno portato Mantoan a questo clamoroso passo indietro sono ufficialmente legate a «illegittimità degli atti» ma probabilmente il vicentino ha ritenuto la piazza della sanità sarda una sfida ardua e “poco conveniente”. L’addio a Palazzo Molin dovrebbe però essere comunque prossimo: la corsa al trono del colosso sanitario veneto (oltre dieci 10 miliardi l’anno di fatturato, il 75% delle risorse a bilancio) è aperta.