Come conquistare una donna veneta in tre mosse

Tempo di vacanze. E di flirt. Tre consigli a chi viene da fuori per evitare brutte figure

Estate, tempo di vacanze. E di flirt. Il Veneto offre molto da un punto di vista turistico con spiagge, montagne e celebri città d’arte. E non ha certo nulla da invidiare alle altre regioni per quanto riguarda le belle ragazze. Ma il popolo veneto ha un carattere particolare che non tutti riescono a decifrare. «I veneti lavorano come giapponesi, ma si divertono come veneti» diceva Gian Antonio Stella in “Schei”.

Ecco allora tre consigli rivolti a ragazzi e uomini di altre regioni o nazioni per non fare brutta figura. E se siete veneti o venete, fateci sapere se vi riconoscete.

1)Poche ciacoe

Le venete sono donne pratiche. Perciò lasciate perdere i paroloni (“ti amo, sei la mia vita, ti dò il mio cuore”, etc). Le donne venete non si fanno intortare con le parole, preferiscono i fatti. Per cui, soprattutto al primo approccio, lasciate perdere il romanticismo, spesso enfatico e fasullo. A una poesia imparata a memoria è preferibile una buona cena.

2 Vietato essere permalosi

Le donne venete spesso possono sembrare fredde e ciniche. Se avete la sensazione che vi stiano prendendo per il culo, probabilmente è vero. Ma ciò non significa che non vi trovino interessanti. Tu cerca di reagire con ironia e al limite rispondere a tono. A loro piace tirare frecciatine. Non preoccuparti se parla male di te, preoccupati piuttosto quando non ti parlerà più.

3)Non fare il moralista

La vera donna veneta se ne frega dell’etichetta. Non ti scandalizzare se prende il cibo con le mani, o dice le parolacce in pubblico, o beve birra. Non reprimerla, non correggerla, lasciala sfogare. O con lei avrai poche chanches.

(Fonte: Ilvenetoimbruttito)