Arena sold out, trionfo per Ezio Bosso. E alla fine annuncio a sorpresa

Un risultato storico, il Maestro visibilmente emozionato

Il debutto in Arena di Verona (sold out) del Maestro Ezio Bosso di ieri è stato un immenso successo non solo per un’esecuzione dei Carmina Burana di grande impatto e originalità, ma anche per la straordinaria energia e partecipazione che si è creata tra il palco, nessuno escluso, e una platea prodiga di applausi e chiamate alla ribalta come non si vedeva da molti anni. Davanti ad un pubblico di 14 mila persone, alla testa dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Arena in stato di grazia, al termine di ovazioni senza fine, Ezio Bosso, visibilmente commosso, ha svelato il suo atteso ritorno nel Festival areniano 2020 con la Nona di Beethoven per i 250 anni dalla nascita del compositore che da sempre egli chiama “padre” in programma il 23 agosto del prossimo anno. Sarà la sua prima esecuzione in assoluto del capolavoro beethoveniano.

Il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia ha dichiarato: «Sono fiera e felice del grande successo, del clima speciale che si è venuto a creare in un’Arena gremita di pubblico entusiasta, attento e caloroso, e ovviamente dell’annunciato ritorno del Maestro Bosso in occasione dell’unico evento sinfonico del Festival 2020, dedicato al titanico Ludwig van Beethoven. Serate indimenticabili come questa, con grandi interpreti e grandi produzioni, contribuiscono a rendere l’Arena quello spazio unico e magico che ha richiamato e richiamerà ascoltatori da tutto il mondo».