Nomadi pestano sindaco, Conte: «Sono quelli che mi denunciano»

Il sindaco di Treviso: «Queste sono le persone che augurano pallottole a Salvini e che invocano diritti e pensano di non avere doveri»

Dopo la solidarietà del presidente del Veneto, Luca Zaia, e del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, anche il sindaco di Treviso Mario Conte esprime la sua vicinanza a Gianni Precoma, il primo cittadino di Caerano di San Marco, picchiato da un gruppo di nomadi dopo aver tentato di farli andare via da un campo abusivo.

«Queste sono le persone che mi denunciano, queste sono le persone che augurano pallottole ad un Ministro, che picchiano, che invocano diritti ma che pensano di non avere doveri. Primo fra tutti, il rispetto delle regole!», ha scritto su Facebook.

Tags: ,