Ubriaco in bici: nigeriano denunciato

I poliziotti l’hanno visto pedalare con andatura molto incerta e l’hanno fermato: «Stava mettendo a rischio se stesso e gli altri conducenti»

Proseguono i controlli stradali e di sicurezza urbana in via Pisa a Treviso: dopo i sopralluoghi effettuati nel mese di luglio nell’area del grattacielo le pattuglie della Polizia Locale si stanno concentrando sul monitoraggio degli ingressi sulla strada. Nella giornata di ieri gli operatori hanno fermato un individuo che, in sella alla sua bicicletta, stava avanzando in modo piuttosto incerto. Il 28enne, un cittadino nigeriano residente in via Castellana negli alloggi utilizzati per l’ospitalità dei profughi, è risultato positivo alla prova del palloncino: aveva un tasso alcolemico di 0.84 g/l, soglia che fa scattare la denuncia alla Procura della Repubblica. «Il ciclista stava mettendo a rischio se stesso e gli altri conducenti, per cui ha potuto riprendere la bici solo quando è risultato sobrio», spiega il comandante della Polizia Locale di Treviso Andrea Gallo.

In via Pisa la soglia di attenzione da parte della Polizia Locale non diminuisce e le parole di sostegno dei residenti non fanno che testimoniare l’importanza dei controlli iniziati a luglio: «Sessantacinque residenti tra via Pisa, via Amalfi e via Ragusa hanno scritto anche al Comando per manifestare il più vivo ringraziamento per l’attività di controllo svolta nel mese di luglio nel maxi-condominio a beneficio di tutta la zona. Da parte del Comando c’è la ferma volontà di continuare in questa azione di controllo per garantire la sicurezza urbana su tutta l’area».

Tags: ,