Rapina in villa: albergatore sequestrato e picchiato da banda dell’Est

L’episodio è avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 a Jesolo. I banditi sapevano dell’esistenza di una cassaforte murata

Terrore in una villa a Jesolo nella notte tra il 14 e il 15 di agosto. Come riferisce Monica Andolfatto su Il Gazzettino in edicola sabato, un albergatore è stato sequestrato e rapinato da una banda composta da tre persone che hanno estratto dal muro la cassaforte e si sono dileguati.

Secondo quanto ricostruito dagli uomini del commissariato locale, l’albergatore sarebbe stato sorpreso dai tre, vestiti di scuro e incappucciati, con un accento dell’est, mentre era a letto. Lo hanno legato e picchiato, affinché rivelasse dove fosse la cassaforte. Ottenuta l’informazione, l’hanno sradicata dal muro con uno strumento ad hoc e se ne sono andati. A quel punto l’uomo, fortemente scioccato, è riuscito a liberarsi e allertare i soccorsi.

Non è la prima rapina che subisce l’imprenditore turistico: la prima era avvenuta un anno fa nella hall dell’albergo e ci vollero due mesi per rintracciare il colpevole, un albanese 24enne.