Aggredita e palpeggiata mentre fa jogging

Ci sono voluti più di 15 giorni di appostamenti dei poliziotti per risalire all’assalitore, un 33enne italiano

Stava facendo jogging sul lungofiume Restera a Treviso quando è stata aggredita sessualmente da un 33enne. E’ successo a fine luglio nel primo pomeriggio. La donna ha raccontato di essere stata avvicinata da un giovane che stava percorrendo la strada in bicicletta: prima qualche parola gentile, poi le avances e infine l’ha immobilizzata tenendola per le braccia e palpeggiandola sulle parti intime. La ragazza, sotto choc, ha fatto denuncia in questura spiegando di aver avuto l’impressione che l’uomo volesse gettarla nel fiume.

A salvarla una coppia di anziani che si sono avvicinati facendo fuggire l’assalitore. I poliziotti hanno immediatamente acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate lungo la Restera. Dopo diversi appostamenti, ieri è stato identificato l’autore del fatto: si tratta di un cittadino italiano di 33 anni residente a Treviso.

(ph: Flickr Marco Ziero)