Ricerca: Ass.Coscioni, in 1.000 chiedono a Conte nomina commissario per Ue

Roma, 19 ago. (AdnKronos Salute) – Oltre mille persone chiedono al premier Giuseppe Conte di proporre “una Commissaria o un commissario alla ricerca di massimo profilo scientifico e autorevolezza internazionale, per rappresentare un’Europa alternativa al nazional-populismo”. Lo annunciano Filomena Gallo, Marco Cappato e Marco Perduca che, a nome dell’Associazione Luca Coscioni, hanno lanciato un appello in proposito, ormai sottoscritto “da 1.000 persone, tra le quali molti scienziati e ricercatori, oltre a parlamentari come Riccardo Magi, Urania Papatheu, Aldo Penna, Stefania Pezzopane, Serse Soverini e Giorgio Trizzino nonché la segretaria di Radicali italiani Silvja Manzi”.
L’associazione ha messo a punto anche una rosa di candidature autorevoli. “I nomi da noi suggeriti – indicano i rappresentanti dell’associazione Coscioni – sono quelli di Lucrezia Reichlin, Economista alla London Business School, Francesca Pasinelli, direttrice di Telethon, Michele De Luca, professore ordinario nel Dipartimento di Scienze della Vita e direttore del Centro di medicina rigenerativa ‘Stefano Ferrari’ dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Filippo Giorgi dell’Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics già membri del Panel Onu sul clima, Giuseppe Remuzzi, direttore ricerche farmacologiche del’Istituto Mario Negri”.
“Oggi che il ‘metodo von der Leyen’ sembra essere divenuto un riferimento per molti, tra ai quali l’ex presidente della Commissione europea Romano Prodi, vogliamo ricordare che il discorso di investitura della presidente della Commissione includeva temi del tutto ignorati dal dibattito politico della pseudo-crisi e dall’attuale Governo, quali lo Stato di diritto, l’emergenza climatica e la rivoluzione tecno-scientifica. Alla vigilia del passaggio parlamentare insistiamo con la nostra richiesta. Conte ha il potere per non sprecare questa occasione: lo eserciti”, conclude la nota.