Arzignano, annunciati 40 licenziamenti alla Marelli Motori

L’azienda acquisita a maggio da una holding di investimento inglese. Il segretario di Fiom Cgil Vicenza: «Non si può acquisire un’azienda e per prima cosa pensare a licenziare»

La nuova proprietà, la holding d’investimento inglese Langley, ha annunciato 40 licenziamenti alla Marelli Motori di Arzignano, in provincia di Vicenza. L’azienda, che produce motori elettrici e gene­ratori, ha 900 dipendenti di cui 550 in Veneto. La società che ha acquistato la Marelli e Motori nel maggio scorso da fondo americano Carlyle, ha comunicato che gli esuberi si concentreranno soprattutto tra gli impiegati.

Il commento di Morgan Prebianca, segretario della Fiom Cgil Vicenza: «Non si può acquisire un’azienda e per pri­ma cosa pensare a licenziare. È assolu­tamente necessario un piano industriale con­creto che rilanci l’azienda e ri­metta in moto la produzione: chiederemo di vederlo, per la salvaguardia dei lavoratori e di un’azienda storica che ha dato e sta dando tanto al terri­torio». Il prossimo incontro tra azienda e sindacati è in calendario per il 2 settembre.

(ph: marellimotori.com)