Open Arms, la procura: «Situazione a bordo esplosiva»

Situazione sempre più critica sulla nave della ong spagnola con migranti a bordo: attesi sviluppi definitivi nelle prossime ore. Salvini: «Non siamo più il campo profughi d’Europa»

Aggiornamenti

Il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio è atterrato pochi istanti fa a Lampedusa a bordo di un elicottero della Guardia costiera. Il magistrato è accompagnato da due medici specializzati. Tra poco Patronaggio, che coordina l’inchiesta
per sequestro di persona e violenza privata sulla Open Arms, verrà accompagnato a bordo della nave dove farà un sopralluogo. Prima di asciare Agrigento Patronaggio ha fatto sapere che la situazione a bordo è “esplosiva” e ha parlato della “necessità di riportare la calma affinché nessuno si faccia male”. “L’impegno e l’attenzione sono massime per garantire l’incolumità di tutti”, ha spiegato Patronaggio.

Nella mattinata

Il governo spagnolo offrirà “nelle prossime ore” ad Open Arms una soluzione di fronte alla situazione “di emergenza umanitaria” che si registra a bordo della nave della Ong spagnola bloccata di fronte a Lampedusa. Lo ha detto il ministro della Difesa, Margarita Robles, sottolineando, in un’intervista radiofonica, che la Spagna “non volterà lo sguardo dall’altra parte come sta facendo il ministro Matteo Salvini“.

Robles non ha specificato se si tratterà dell’invio di un aereo per il trasporto dei migranti come richiesto dalla Ong, ma ha precisato che si tratterà dell’alternativa “migliore e più adeguata dal punto di vista umanitario”.

Il commento di Salvini

“Ong spagnola, nave spagnola, porto spagnolo: giusto così. La coerenza e la fermezza italiane pagano, non siamo più il campo profughi d’Europa”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Sbarchi” alla spicciolata

Stanno meglio e sono già stati trasferiti all’hotspot di contrada Imbriacola i due migranti, evacuati dalla Open Arms, che nella notte sono stati ricoverati al Poliambulatorio per le visite. Si tratta di un uomo e di una donna che accusavano problemi cardiaci. Sulla nave spagnola sono rimasti adesso in 98: alcuni si sono gettati in acqua e sono stati recuperati dalla guardia di finanza.