Jesolo, Malick è annegato: proseguono le indagini

Arrivati i primi risultati dell’autopsia eseguita nelle scorse ore sul corpo del giovane di origini senegalesi morto a Ferragosto

Prosegue il lavoro degli inquirenti per ricostruire cosa accadde in quel maledetto pomeriggio di Ferragosto a Jesolo, quando Malick Diagne, 23 anni, trovò la morte in mare.

Secondo quanto emerge dai primi dati dell’autopsia eseguita sul corpo del giovane, Malick sarebbe morto per annegamento e non per malore o per un urto violento, come si era altresì ipotizzato.

Nel registro degli indagati, sono stati iscritti i due bagnini che erano in carico di sorvegliare quel tratto di mare e stanno proseguendo gli interrogatori dei testimoni.

I funerali di Malick saranno celebrati nel suo paese d’origine, in Senegal, vicino a Dakar