Venezia, guerra al bivacco: cavalcavia sgomberati da materassi e pentolame

Trovato anche un cittadino romeno che vendeva coperte ai propri connazionali per trascorrere la notte

Nuova operazione del Nucleo Pronto Impiego della Polizia locale, nell’ambito del programma “Oculus Plus”. Questa mattina gli agenti hanno effettuato una serie di interventi di sgombero per mettere in sicurezza rampa Rizzardi, rampa Cavalcavia, rampa Troso; via delle Macchine; rampa di via Fratelli Bandiera. Complessivamente sono stati rimossi una decina di giacigli e vario materiale da bivacco, compreso pentolame, vestiario in pessime condizioni, materiale per cucinare i cibi e suppellettili utilizzate come appoggi. E’ stato riempito un autocarro munito di braccio gru, fornito da Veritas, per circa 20 metri cubi di materiale.

In particolare, lungo via delle Macchine, tra la Ferrovia e la rampa Commercio, è stata rimossa una tenda e abbondante materiale da bivacco (materassi e bancali in legno). L’intervento più significativo è stato eseguito nell’area sottostante il cavalcavia che adduce a via Fratelli Bandiera, di fronte alla Caserma della Guardia di Finanza, dove sono stati rimossi diversi materassi, in parte occultati sotto dei cartoni. Nello stesso luogo sono state anche trovate alcune decine di coperte che un cittadino romano, che era sul posto, vendeva ai propri connazionali per trascorrere la notte.