Banche venete, più soldi da Regione per difesa truffati

La notizia dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto indennizzi

Dopo la notizie della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto indennizzi, la Regione Veneto ha comunicato di aver stanziato altri 300 mila euro per le associazione i comitati che stanno affiancando con interventi di assistenza legale e giudiziale i cittadini veneti danneggiati dalle banche. Questo ulteriore finanziamento che porta così ad un milione e 100 mila euro il totale messo a disposizione per sostenere la difesa di quanti avevano sottoscritto azioni ed obbligazioni della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca e che si sono visti vanificare i propri risparmi.

I destinatari sono associazioni e comitati che rappresentano almeno dieci cittadini residenti in Veneto danneggiati da “Veneto Banca e “Banca Popolare di Vicenza” che abbiano subito riduzione del loro patrimonio mobiliare nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2014 e la fine del 2016. I soggetti danneggiati devono essere, in alternativa pensionati o lavoratori disoccupati o inoccupati, aver contratto un mutuo presso gli istituti bancari per acquisto/ristrutturazione della prima casa, vettura non di lusso, o per sostenere spese mediche o prestazioni odontoiatriche, avere un reddito non superiore a 36 mila euro di cui l’eventuale ammontare derivante da immobili a reddito non dovrà superare 8000 euro; dimostrare d’aver investito in azioni non più di 80 mila euro nel caso di persone singole e di 150 mila euro in caso di nuclei familiari.

Il fondo regionale di solidarietà è riservato a finanziare le attività di assistenza giudiziale e legale prestate dalle associazioni e dai comitati a favore dei cittadini da loro rappresentati. Il contributo regionale sarà liquidato proporzionalmente al numero dei mandati conferiti a ciascuna Associazione/Comitato da parte dei propri rappresentati, a seguito di presentazione di dettagliata relazione finale, dell’elenco dei mandati e di puntuale rendicontazione.

(ph: imagoeconomica)