Crisi di governo, Salvini al Quirinale: «La via maestra è il popolo»

E’ il turno del leader della Lega dal Presidente Mattarella: «O voto o Lega-M5S bis»

Erano da poco passate le 15 e 30 quando Matteo Salvini ha varcato la porta del Quirinale per la consultazione con il Presidente Sergio Mattarella sulla crisi di governo. Dopo un’ora e mezza, il vice premier uscente ha rilasciato queste dichiarazioni:

“Una bella discussione, sono contento. Abbiamo scelto di portare davanti agli italiani quello che succedeva nella maggioranza, in discontinuità con le legislature precedenti. L’Italia non ha tempo: i troppi “no” hanno portato allo stop di questa esperienza di governo, che è stata anche dei “sì” e del “fare”. La sovranità appartiene al popolo e riteniamo che sia il popolo a dover decidere. Abbiamo letto ipotesi di governo per andare contro Salvini e contro la Lega, al costo di cancellare quanto di buono è stato fatto in questi mesi, come i Decreti sicurezza. Oggi è uscito in Gazzetta il decreto per indennizzare i risparmiatori, molti ci hanno chiamato per ringraziarci. La via maestra è il popolo. Ho raccolto una sequela di insulti che non ha precedenti nella storia repubblicana, ma ho l’affetto delle persone che incontro ogni giorno. No alla vecchia politica, con l’accordo Pd-M5S, che vuole solo essere un governo “contro”. Mano tesa ai 5 Stelle per riprovarci, Di Maio ha lavorato bene, agli insulti di altri non rispondo, ma voglio un governo che faccia. Che guardi avanti e con onore”.

(Ph Quirinale Twitter)