Si sveglia dal coma e inchioda il compagno: «Mi ha dato fuoco lui»

Avvolta dalle fiamme, era stata soccorsa il 16 agosto. L’uomo inizialmente aveva dichiarato che si era data fuoco da sola e che lui si era bruciato nel tentativo di salvarla

La Squadra Mobile di Padova ha fermato P.Z., padovano 53enne che il 16 agosto avrebbe aggredito la compagna dandole fuoco con dell’alcool alimentare. L’uomo inizialmente aveva dichiarato che si era data fuoco da sola e che lui si era bruciato nel tentativo di salvarla. Ma gli inquirenti non avevano creduto alla sua storia: ad insospettirli l’assenza del 53enne all’arrivo dei sanitari.

Le successive indagini hanno permesso di inchiodare l’uomo: i referti medici avrebbero rilevato, oltre le ustioni, pregressi traumi facciali e diverse lesioni sul corpo della vittima e la donna, non appena è stata in grado di parlare, ha confermato i sospetti degli investigatori, riferendo di non essersi data fuoco da sola, ma di essere stata cosparsa di alcool alimentare dal suo compagno e di essersi poi vista immersa nelle fiamme. Alla luce di tutti questi gravi indizi, il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Padova, Manlio Roberti, ha emesso il provvedimento di fermo. L’uomo si trova ora nel carcere patavino.

Fonte: Adnkronos