Vaccini: 9 esclusioni da scuola a Modena, 12 fuori da materne [email protected]

Modena, 23 ago. (AdnKronos Salute) – Nove famiglie modenesi riceveranno nei prossimi giorni la comunicazione di decadenza dell’iscrizione scolastica per i propri figli, per quanto riguarda l’anno 2019-2020, a causa del mancato adempimento delle disposizioni in materia di prevenzione vaccinale (legge 119 del 2017, ‘Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale’). Di questi casi, 8 sono bimbi iscritti alla scuola dell’infanzia e uno al nido. Altri 12, poi, restano fuori dalle materne della Fondazione [email protected] Entro il 27 agosto, fa sapere infatti il Comune di Modena con una nota, “alle famiglie che, nonostante i ripetuti solleciti, non hanno provveduto a regolarizzare la posizione dei figli in materia di vaccinazioni obbligatorie, sarà consegnata comunicazione della decadenza dell’iscrizione scolastica per l’anno 2019/2020”.
La lettera, oltre a menzionare quanto previsto dalla legge, ricorda che, “per quanto riguarda l’anno scolastico che inizierà a breve, i dirigenti scolastici e i responsabili dei servizi educativi, come delle scuole private e dei centri di formazione professionale, hanno dovuto inviare alle aziende sanitarie locali entro il 10 marzo l’elenco degli iscritti”. Le Ausl, a loro volta, entro il 10 giugno hanno restituito gli elenchi con l’indicazione di chi non era in regola con gli obblighi vaccinali senza essere nelle condizioni di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni. Nei giorni successivi il Comune, in quanto responsabile dei propri servizi educativi, al pari dei dirigenti scolastici e dei responsabili di servizi privati, ha invitato i genitori, o chi esercita la potestà genitoriale, a regolarizzare la posizione vaccinale dei bambini entro il 10 luglio.
Per chi, scaduti i termini, non ha presentato l’idonea documentazione, la legge prevede la decadenza dall’iscrizione in considerazione “dell’urgenza di garantire in maniera omogenea sul territorio le attività dirette alla prevenzione, al contenimento e alla riduzione dei rischi per la salute pubblica al fine di assicurare il costante mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale”.
Il settore Istruzione del Comune di Modena ha in particolare sollecitato le famiglie “contattandole per email e telefonicamente, oltre che inviando la prevista raccomandata. Inoltre, soprattutto in considerazione di quei bambini che si sono iscritti fuori termine provenendo da altre realtà, ha concesso a tutte le famiglie ‘non in regola’ ulteriori giorni per regolarizzare la situazione vaccinale dei figli, decidendo di comunicare la decadenza dell’iscrizione scolastica dopo il 20 agosto”.
Tra le 9 famiglie a cui alla fine è arrivata la comunicazione, anche 3 che anziché la documentazione hanno presentato una formale richiesta d’appuntamento, nonostante la Regione Emilia-Romagna abbia invece già previsto un percorso preferenziale di accesso agli ambulatori senza appuntamento.
Il Servizio Infovaccinazioni della Regione ha infatti ribadito che, per i minori per i quali è stato completato tutto il percorso di recupero previsto dalla legge, ma che non hanno eseguito le vaccinazioni, non è più possibile presentare la richiesta d’appuntamento in quanto le aziende sanitarie locali garantiscono il libero accesso agli ambulatori per le vaccinazioni.