Post del veneziano Scano, rivolta base M5S: «Vaffa al Pd e voto»

Il consigliere, con un post del 22 agosto, ha lanciato un involontario sondaggio che ha catalizzato lo scontento degli elettori 5 Stelle

«Il Pd ha posto subito le sue condizioni: stop al taglio dei parlamentari; stop al referendum propositivo; stop ai decreti sicurezza. Benissimo, salutiamoli come ci ha insegnato Beppe e andiamo a votare con quel po’ di dignità che ci è rimasta».

Questo il post del consigliere comunale di Venezia, Movimento 5 Stelle, Davide Scano, comparso su Facebook il 22 agosto, a trattativa appena abbozzata. Immediate le reazioni della base grillina, che ha risposto con oltre 100 interventi al giorno.

Le posizioni espresse sono molto variegate: alcuni sono preoccupati di consegnare l’Italia alla destra, altri che dicono “meglio Salvini“, con la variante “ma quando aveva ideali”, la maggior parte si schiera decisamente per la linea del voto.  Ma, se vogliamo parafrasare, è il primo commento quello che vale: “I ga da morir mati“.