Bruciano il tricolore degli alpini: nei guai due ragazzi stranieri

La vicenda è avvenuta a Vittorio Veneto nel Trevigiano. Ai carabinieri hanno detto di averlo fatto «per noia»

Hanno ammainato la bandiera tricolore issata sulla sede degli Alpini e l’hanno data alle fiamme.

Nei guai sono finiti due ragazzi minorenni stranieri, un rumeno e un marocchino, che, ai carabinieri, hanno confessato di aver agito «per noia». Il fatto, raccontato da Nicola Cendron su Il Gazzettino di martedì, è avvenuto a Vittorio Veneto, nel Trevigiano.

I due hanno agito nella notte del 16 agosto, ma la loro azione non è sfuggita alle telecamere di sorveglianza che hanno fornito agli investigatori le prove per identificare ed accusare i due ragazzi di “vilipendio”.

(Ph Agoravox)