“Salvini impiccati”, ex presidente Vicenza: «Insultato per un omonimo»

Doppio caso di insulti sui social che riguarda personalità politiche o imprenditoriali più o meno legate al Veneto. L’ex presidente del Vicenza Fabio Sanfilippo (in foto) ha denunciato sulla sua pagina Facebook uno spiacevole ma curioso episodio legato alla sua omonimia con il caporedattore di RaiRadio1.

I fatti

Fabio Sanfilippo, giornalista, ha fatto molto discutere per aver scritto su Facebook un post in cui “consigliava” il suicidio all’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, tirando in ballo anche la figlia. Lo stesso giornalista ha detto che non si pente e che anzi vuole citare in giudizio il leader della Lega per le minacce di morte che sta ricevendo.

L’equivoco

L’ex presidente del Vicenza, suo omonimo e legato a un periodo non certo roseo, spiega sul suo profilo social di aver ricevuto minacce e insulti da persone che lo avevano scambiato per il giornalista e che, addirittura, quando hanno saputo che non era lui, gli hanno chiesto di fargli comunque avere i loro messaggi (d’odio).

Commento galeotto nel Trevigiano

Anche l’assessore all’urbanistica di Carbonera (Treviso) Fabio Tirelli, vicino a Fratelli d’Italia, ha provato in prima persona che bisogna prestare attenzione a quanto si scrive su Facebook, che è pur sempre una piazza pubblica, seppur virtuale, alla quale ci si espone soprattutto se si ha incarichi appunto pubblici. E così il suo commento ad un articolo del Fatto Quotidiano postato nella pagina Facebook del giornale «voi sicuramente accetterete di lasciare tutti i nigeriani in Italia – ha commentato Tirelli con il profilo personale -. M5s e Pidioti una massa di c…», ha attirato l’attenzione dell’opposizione comunale che ne ha chiesto le dimissioni.

(Ph. Facebook – Fabio Sanfilippo)

Tags: ,