Pellegrini a Mattarella: «Sport funziona, ci protegga»

Una legge delega potrebbe sospende il Coni e gli atleti sarebbero obbligati a partecipare alle Olimpiadi di Tokyo senza il tricolore

Federica Pellegrini è stata invitata al Quirinale da Sergio Mattarella insieme agli atleti e alla delegazione italiana di nuoto per premiarli dopo le medaglie ai Mondiali di Gwangju. La campionessa veneta ha voluto portare l’attenzione del presidente alla legge delega che potrebbe giocare un brutto scherzo al Coni, che rischia di essere sospeso dal Cio in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020, obbligando così gli atleti a partecipare ai Giochi senza il tricolore.

«Le chiedo umilmente di proteggerci, di proteggere il nostro mondo – ha detto la Pellegrini -. In Italia lo sport funziona e aiuta a crescere le generazioni nel segno della disciplina, del rispetto e del sacrificio». Il Capo dello Stato nel suo discorso ha elogiato gli atleti: «Avete fatto risuonare spesso l’inno di Mameli e fatto alzare il tricolore nelle premiazioni. Ma l’orgoglio non nasce dalla vittoria sulle altre nazioni, ma dall’aver espresso al meglio le vostre capacità. Trasmettete i valori dell’impegno e del sacrificio, alla base dei vostri successi. Per questo siete da esempio per tutti i giovani».