Salta primo consiglio a Verona, Benini (Pd): «Voglia di non fare un c…»

Usa l’ironia il consigliere comunale del Partito Democratico di Verona Federico Benini per attaccare la giunta di centrodestra di Federico Sboarina dopo l’annullamento del primo consiglio comunale della sessione autunnale. Partendo da un meme molto diffuso su internet, Benini ha postato su Facebook la foto di un coppia, in cui però l’uomo guarda un’altra donna, sotto lo sguardo di rimprovero della fidanzata, che rappresenta i problemi di Verona, mentre il ragazzo simboleggia la giunta Sboarina e l’ignara e fascinosa passante è «la voglia di non fare un c…».

«Comincia male, all’insegna della poltroneria, la sessione autunnale del consiglio comunale – spiega Benini in una nota che porta anche la firma di altri due consiglieri dem veronesi quali Elisa La Paglia e Stefano Vallani -. Passi il rinvio di una settimana su Amia; passi pure che gli uffici non siano ancora riusciti a falcidiare tutti gli emendamenti dell’opposizione sulla Variante 23 come aveva anticipato, o auspicato, il Sindaco qualche settimana fa; non è tuttavia tollerabile che la maggioranza prenda a pretesto questi intoppi per non fare nulla e iniziare la seconda sessione dell’anno con un rinvio del Consiglio comunale. Ci sono decine di mozioni, per lo più dell’opposizione, vista la scarsissima produttività dei consiglieri di maggioranza, che da mesi attendono di essere poste all’ordine del giorno. C’è la mozione urgente a firma del consigliere Vallani per sgravare di un po’ tasse locali i commercianti e gli esercenti colpiti dagli inqualificabili disagi che i cantieri del filobus stanno producendo a mezza città. Ci sono quasi 100 ordini del giorno, collegati alla destinazione dell’ultimo avanzano di amministrazione, che rischiano di passare in cavalleria. Insomma, le cose da fare e gli argomenti da trattare non mancano. Manca invece – concludono i dem – da parte della maggioranza, la volontà di impegnarsi per migliorare questa città e la capacità di mettersi in gioco». (t.d.b.)

(Ph. Facebook – Federico Benini)

Tags: ,