«Sono stata molestata»: ma era una scusa per saltare l’esame

Ora rischia una denuncia per procurato allarme e simulazione di reato

Si è presentata davanti alla commissione con la quale doveva sostenere l’esame in lacrime e ha raccontato ai professori preoccupati di essere stata molestata in un bar poco prima di entrare a scuola. I docenti hanno immediatamente sospeso la prova e chiamato la polizia.

La giovane, una 21enne che frequenta la quarta superiore serale in un istituto di Vicenza, ha ripetuto la versione ai militari che però, visionando le immagini di sorveglianza del bar, l’hanno vista sola. Del presunto molestatore non c’era traccia. Messa alle strette la giovane ha confessato: ha inventato la violenza perchè non aveva studiato per l’esame. Ora rischia una denuncia per procurato allarme e simulazione di reato.

Tags: ,