Identificato cadavere trovato nella roggia

Aggiornamento 13/09: Risolto il giallo del cadavere ritrovato nel Camuzzoni. Si tratta di una donna 30enne originaria di Torino. L’ipotesi più accreditata è quella del suicidio: la vittima stava attraversando un periodo buio della sua vita.

Ieri mattina i vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di una donna di carnagione chiara tra i 20 e i 30 anni incastrato nello sbrigliatore della centrale idroelettrica di via Basso Acquar a Verona. Ad avvistare il corpo uno dei dipendenti della struttura che ha dato subito l’allarme. Non sono stati trovati nè documenti nè segni particolari come tatuaggi e cicatrici che potessero aiutare nell’identificazione.

Si cerca tra le denunce di scomparsa. Si esclude che arrivasse da lontano e che fosse in acqua da tanto tempo. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, c’è quella del suicidio della ragazza, oltre a quella dell’incidente, ma nessuna pista è esclusa.

Tags: ,