Due donne colpite da malore, una alle 52 Gallerie e una a Cima Portule

Altra giornata di super lavoro per gli operatori del soccorso alpino veneto

Poco prima delle 13 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Schio per un’escursionista, che si era sentita male tra la 47a e la 48a galleria della Strada delle Gallerie sul Pasubio.
I due soccorritori reperibili al Balasso, più altri due arrivati sul posto, sono saliti in jeep al Rifugio Papa dalla Strada degli eroi, per poi percorrere a piedi il tragitto mancante in discesa. La donna, 55 anni, di Campodarsego (PD), che si trovava con il marito, è stata raggiunta, caricata in barella, trasportata al fuoristrada, per essere accompagnata fino al Pian delle Fugazze e affidata al personale sanitario dell’ambulanza in attesa, che ha provveduto ai dovuti accertamenti. La coppia è stata infine riportata dalla squadra alla propria macchina, parcheggiata a Bocchetta Campiglia.

Malore a Cima Portule

Attorno alle 16 il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato per una donna colta da malore a Cima Portule. L’escursionista, 65 anni, di Montebelluna (TV), che si trovava con una comitiva di una trentina di persone, è stata raggiunta da 5 soccorritori, arrivati a Bocchette Portule in fuoristrada per poi  proseguire a piedi con una camminata di 50 minuti. Dopo averla caricata in barella, la squadra la ha trasportata alla jeep e da lì l’ha accompagnata direttamente all’ospedale di Asiago per le verifiche del caso