Mani nelle borse di turisti anziani: arrestati due romeni

Volti conosciuti alle forze dell’ordine: a luglio erano stati arrestati per lo stesso motivo a Pisa

Domenica il Nucleo operativo della Polizia locale ha messo a segno altri due arresti nei confronti di borseggiatori sorpresi in azione nella zona di Piazzale Roma, a Venezia. I fatti si sono svolti verso le 16 quando gli operatori, in abiti civili, hanno notato una coppia stazionare in maniera insistente sulla piazzola dell’autobus di linea numero 5. I due sospetti, un uomo e una donna, dopo avere osservato con interesse gli zaini e le borse portate a tracolla dai turisti in attesa, hanno deciso di posizionarsi alle spalle di due anziani che trascinavano un trolley ciascuno.

Il malintenzionato, protetto dalla complice, è riuscito ad aprire la cerniera del marsupio portato a tracolla dall’uomo, un 75enne, e a insinuare all’interno la sua mano; a questo punto gli agenti si sono qualificati e sono intervenuti bloccando in flagrante i due e ammanettandoli: i fermati, al termine dell’identificazione, sono risultati essere due cittadini di nazionalità romena di 42 anni (l’uomo) e 30 anni (la donna). All’interno del borsello il turista custodiva 450 euro in contanti e varie carte di credito.

Entrambi gli arrestati hanno diversi precedenti per furti commessi sempre in concorso tra loro: l’ultimo episodio contestato risaliva al 26 luglio scorso a Pisa, quando la Polizia locale riuscì a stringere le manette ai polsi alla coppia. Dopo aver trascorso la notte in cella di sicurezza, i due sono stati portati davanti al giudice per la direttissima. Il loro arresto è stato convalidato e ad entrambi è stata notificata la misura cautelare del divieto di dimora a Venezia. Il processo nei loro confronti si aprirà a dicembre.

Tags: ,