Le scissioniste venete: Moretto e Sbrollini con Renzi

La deputata veneziana ha scritto un lungo post su Facebook mentre la vicentina ha confermato in serata

Sono due le scissioniste venete del Partito Democratico, che lasceranno Nicola Zingaretti per seguire Matteo Renzi nel suo Italia Viva. Sara Moretto, ha sciolto ogni riserva scrivendo, nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì, un lungo e accorato post in cui spiega i suoi dubbi e le sue ragioni.

“La politica per me è sempre stata impegno e passione, mai una carriera o un posto di lavoro.
Oggi, dopo ore particolarmente difficili dal punto di vista personale prima ancora che politico, ho deciso di compiere una scelta che accendesse realmente il mio entusiasmo, la mia voglia di mettermi in gioco e di raddoppiare gli sforzi – scrive – Per questo ho scelto di accettare l’invito di Matteo Renzi e di molti altri e di aderire ad un nuovo progetto politico. Un progetto senza rete e senza garanzie personali, certamente “scomodo” e faticoso, ma capace di tracciare una rotta, quella del cambiamento del nostro Paese e dei nostri territori, che sta alla base, da sempre, del mio impegno politico”.

“So che alcuni di voi non capiranno questa mia scelta – mette le mani avanti la deputata veneziana – Altri la criticheranno apertamente. In tutti questi anni ho sempre cercato di portare un pezzo di me nel mio impegno politico. E oggi penso che il luogo nel quale potrò farlo al meglio, con rinnovato entusiasmo e con piena libertà, sia questo nuovo progetto che parte dai gruppi parlamentari ma che, a breve, si articolerà sul territorio”. 

La senatrice vicentina Daniela Sbrollini, ha confermato solo in serata passaggio ad Italia Viva, come anticipato da alcuni quotidiani. In parlamento, è componente della commissione Agricoltura e della bicamerale sulle Questioni regionali.

 

.