Messina (Intesa): «Governo non sia contro il Nord»

Un appello molto forte al governo, quello di Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo, la principale banca italiana, che ha acquisito le due ex popolari venete Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza dopo il loro fallimento. «Non si può governare contro le regioni del Nord, che hanno il 50% del Pil» ha detto Messina a margine di un convegno, riferendosi esplicitamente all’attuale governo” giallorosa” e alle polemiche sull’autonomia, che hanno visto contrapposti i ministri degli Affari Regionali Francesco Boccia e del Sud Giuseppe Provenzano da una parte e i governatori di Lombardia e Veneto Attilio Fontana e Luca Zaia dal’altra.

Ed è proprio il presidente del Veneto Zaia ad elogiare in un comunicato le dichiarazioni del ceo di Intesa Sanpaolo. «Messina invita chiaramente il governo a trovare temi comuni con le Regioni settentrionali – afferma Zaia – se ha come priorità l’accelerazione della crescita. È un segnale che va nella direzione delle nostre istanze, autorevole e di grande valore, che sarebbe grave passasse inosservato. Il Veneto è la regione delle 600000 partite Iva e dei 150 miliardi di Pil, è chiaro che può essere ancora la locomotiva ma deve essere messo in condizioni di poter partire. In questo frangente non può risentire del momento di anarchia a livello centrale. Deve ricevere le necessarie competenze per decidere in proprio dove è possibile».

(Ph. Imagoeconomica)

 

Tags: ,