Polizia scopre sui social discoteca abusiva

Organizzava feste con tanto di postazione con mixer per il dj e impianto permanente e professionale di amplificazione acustica

Nell’ambito di costanti monitoraggi sui social diretti a verificare fenomeni di abusivismo in ambito di pubblico spettacolo, gli uomini della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Padova, nella giornata di ieri, hanno indagato un 60enne padovano che, titolare della licenza di somministrazione di alimenti per la quale gestisce il ristorante Radio City Music Hall Italy, in via Palestro n.62, a Padova, esercitava abusivamente l’attività di pubblico spettacolo e intrattenimento ai sensi della normativa vigente. In particolare, nella serata del 18 settembre, il gestore del locale ha organizzato un’iniziativa di pubblico spettacolo al piano terra del ristorante, nonostante il solo possesso di Scia per la somministrazione di alimenti e bevande.

Nel corso del controllo sono state riscontrate diverse difformità, in particolare l’accesso era aperto a tutti, nell’ingresso era presente un banco con registratore di cassa e una piccola zona riservata al guardaroba gratuito e al centro della sala, in uno spazio appositamente realizzato, vi erano circa un centinaio di clienti che stavano ballando con sottofondo di musica latino-americana mixata da un DJ da una postazione con mixer e casse acustiche professionali e i tavoli erano stati spostati perimetralmente lungo i muri per costruire una pista da ballo temporanea. Inoltre, dagli accertamenti effettuati sul posto, è emerso che il DJ svolgeva la sua attività per Radio City Music Hall Italy, tutti i mercoledì, dal mese di dicembre del 2018 ad oggi, previo compenso in denaro.

Il locale, infatti, era attrezzato di impianto permanente e professionale di amplificazione acustica, con due casse sospese su tralicci, impianto luci e proiettore di proprietà del ristorante, mentre le serate danzanti erano pubblicizzate sui social, in particolare sulla pagina Facebook di Radio City Music Hall Italy. Al gestore, a cui è stata contestata anche la violazione amministrativa per il mancato possesso del titolo autorizzatorio, verranno formalizzate ulteriori contestazioni relative alla normativa antincendio da parte dei Vigili del Fuoco, avendo rilevato estintori scaduti e l’ uscita di sicurezza ostruita. Infine, il titolare dell’attività, che già in passato è stato sanzionato per aver organizzato serate danzanti abusive, è stato segnalato al Comune di Padova per l’adozione dell’ordine di cessazione immediata dell’attività esercitata in violazione di legge.

Tags: ,