Ricette venete: pearà alla veronese

Le salse piccanti non sono solo una prerogativa dei Paesi latini e mediterranei. In Veneto, e in particolare a Verona e provincia, è diffusa la “pearà” che deriva da “pearo” o “pevaro”, che significa pepe. Si sposa squisitamente con il bollito. Ecco la ricetta.

Ingredienti per 4/6 persone

 

200 grammi di pane raffermo/grattugiato
80/100 grammi di midollo di bue freschissimo
1 litro di brodo di carne
sale
pepe macinato fresco
olio d’oliva o burro
formaggio grana (facoltativo)

Preparazione

Si inizia grattugiando il pane. Poi bisogna far soffriggere il midollo di bue in un tegame con dell’olio d’oliva. A questo punto versare il pane grattuggiato molto finemente e mescolare. Quando l’olio sarà totalmente assorbito, versare del brodo e continuare a mescolare. A questo punto si aggiunge sale e pepe. Poi si copre il tegame, preferibilmente di terracotta, e lo si lascia lì a fuoco lento per due ore, ma bisogna ricordarsi di mescolare. Un quarto d’ora prima di spegnere ricordarsi di versare altro pepe. Per il brodo si può usare carne bovina e mezzo cappone. Si consiglia comunque di non versarlo tutto, a seconda di quanto densa si vuole che venga la salsa. Si raccomanda inoltre di non rimuovere la crosticina che eventualmente si creerà sul fondo. In molti sostengono che più la si lascia sul fuoco, più la pearà è buona.

(Fonte: Fieradelbollito.it)

(Ph. Facebook)

 

Tags: ,