Altra aggressione a gazebo leghista: signora sputa a consigliere

L’episodio è stato denunciato dal governatore Luca Zaia, che ha espresso solidarietà a Boron

Dopo l’episodio di Venezia, altra aggressione a un gazebo leghista, per la raccolta firme contro il Conte bis, questa volta a Padova. Il consigliere regionale Fabrizio Boron è stato preso a sputi da una signora. Il resoconto dell’accaduto era stato postato su Facebook ma il contenuto, dopo un paio d’ore, non era più disponibile, per poi ricomparire nella pagina di Matteo Salvini.

Netta condanna e immediata solidarietà al consigliere arrivano dal presidente della Regione, Luca Zaia.“Quanto è accaduto oggi a Padova è intollerabile. Tutti sono liberi di esprimere le proprie considerazioni ma rispettando due regole: la buona educazione e, soprattutto, non ricorrere ad offese e gesti infamanti. In questo caso sono mancate entrambe”, osserva il presidente del Veneto. Nell’esprimere piena solidarietà all’esponente del Carroccio, presidente della commissione Sanità in Consiglio regionale, il presidente Zaia premette: “Non lasceremo impuniti questi atti inqualificabili, che umiliano il confronto civile e offendono la dignità delle persone: la signora verrà denunciata e le verrà mossa causa anche in sede civile”.