«Clima, atto di coraggio da governo: abolire bollo auto»

Il deputato di Forza Italia Caon: «Piccolo atto di giustizia per pensionati e famiglie che fanno di tutto per ridurre l’uso dell’auto. Si applichi la direttiva europea “chi inquina paga”»

«La legge di bilancio sarà varata da un governo che si dice molto preoccupato per i temi ambientali e si ipotizzano ricadute su mobilità e carburanti. Per questo chiedo un atto di coraggio: si applichi la direttiva europea “chi inquina paga” e si abolisca il bollo auto, come ho chiesto già un anno fa».

Con queste parole, Roberto Caon, deputato di Forza Italia, ricorda il disegno di legge depositato nel 2018, che prevede il superamento del bollo, recuperando la copertura dai consumi effettivi. «Si tratta di un piccolo atto di giustizia, nei confronti di chi l’auto la usa poco: non possiamo chiedere ogni anno ai nostri pensionati o alle famiglie che fanno di tutto per ridurre l’uso della mobilità privata, centinaia di euro per un mezzo che perlopiù resta fermo in garage. Senza contare l’altissima evasione che riguarda questa tassa, che crea un buco, secondo le stime dell’Aci, che si aggira attorno agli 850 milioni di euro l’anno».

(ph: Flickr Automobile Italia)

Tags: