L’accusa: «Tra gli sbarcati dalla Sea Watch tre pericolosi criminali»

Lo dichiarano il senatore della Lega Zuliani, capogruppo Comitato Bicamerale di controllo e vigilanza Schengen, insieme ai colleghi Iwobi, senatore, ed al deputato Di Muro

Pesantissima accusa da parte di alcuni parlamentari della Lega sullo sbarco della Sea Watch avvenuto in agosto.

«Tra gli immigrati della Sea Watch 3 che Carola Rackete ed alcuni parlamentari del Partito Democratico fecero sbarcare in Italia lo scorso 29 giugno, sembra ci fossero tre pericolosi criminali accusati di violenze, stupri, sequestro, omicidio e non osiamo pensare cos’altro – scrivono in una nota – La Lega, non solo è pronta a denunciare la “Capitana” ed i colleghi di sinistra saliti a bordo e che vollero fortemente lo sbarco in Italia di questi presunti farabutti, ma pretende spiegazioni immediate dall’attuale governo. Per fare al più presto luce su questa terribile vicenda chiederemo al deputato Eugenio Zoffili, Presidente del Comitato Bicamerale di controllo e vigilanza Schengen, Europol e Immigrazione, di sentire in audizione i Ministri competenti ai quali la Lega chiederà conto di questa pericolosa operazione nel rispetto degli italiani poiché è stata messa a repentaglio la sicurezza del nostro Paese».

Lo dichiarano il senatore della Lega Cristiano Zuliani, capogruppo Comitato Bicamerale di controllo e vigilanza Schengen, insieme ai colleghi Toni Iwobi, senatore, ed al deputato Flavio Di Muro.

Tags: