“Festival del viaggiatore”: caffè, cioccolato…e poesia

Domenica 29 settembre il “Festival del viaggiatore” ad Asolo (Treviso), conclude la sua programmazione con un buon caffè: quello illustrato dall'”Espresso trainer” Christian Tirro, presidente dell’Accademia italiana baristi, che con il giornalista Daniele Ferrazza racconterà “Dalla piantina alla tazzina: un’esperienza ricca di esperienza”. Sarà un viaggio fisico e mentale che riscoprirà Paesi lontani, memorie, passioni e culture diverse nelle varietà della bevanda diventata un rito quotidiano.

Tutto il programma

All’opera poetica di Fosco Maraini e del suo viaggio “nell’oceano delle parole” è dedicato invece l’incontro “La gnosi delle parole” a Casa Longobarda alle 11. Toni, figlia del noto poeta, racconterà del modo ironico e giocoso del padre di trattare temi talvolta serissimi creando termini nuovi.

Si ispira al racconto di Franz Kafka “Una relazione per un’accademia” il cortometraggio “Il Signor Rotpeter” della regista e produttrice Antonietta De Lillo, presentato e proiettato alle 11.30 in Sala della Ragione. La grande lezione di una scimmia diventata uomo verrà commentata dalla regista in dialogo con il giornalista Alessandro Comin. L’itinerario ideale tra i sensi prosegue alle 12 in Sala Consiliare e alle 15,30 nel Convento dei Santissimi Pietro e Paolo con due incontri con il profumiere Leonardo Opali, una delle più grandi autorità del settore: nel primo, “Viaggio in Italia attraverso i profumi”, l’Italia sarà rivisitata attraverso le essenze dei suoi luoghi, dalla Riviera Ligure a Venezia, dagli Appennini al Lazio, dalla Calabria alla Sicilia; nel secondo, “In una scia di profumo”, il percorso sarà interiore, un vero e proprio giro del mondo tra i diversi profili psicologici dell’essere umano, ciascuno dei quali si accompagna a esigenze olfattive e quindi ad affinità con profumi diversi, per comprendere che i profumi non sono solo un vezzo ma anche una delle nostre più impalpabili espressioni. I partecipanti potranno annusare una ad una rare essenze.

La necessità di incontrare altri mondi e di scoprire la bellezza della diversità sarà al centro dell’appuntamento delle 12 a Villa degli Armeni intitolato “Il piacere dell’incontro”, dialogo tra Giuseppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della stampa e il giornalista Daniele Ferrazza. I viedeogame al centro di due appuntamenti alle 14.30 e alle 16 in Sala della Ragione. Paolo Armao, sound designer, attraverso esempi e dimostrazioni live indagherà la “Musica nel cinema e nei videogame” e sperimenterà il legame empatico tra spettatore e scena.

L’esperta di linguaggi multimediale Emanuela Zilio con “Videogame: quando la passione diventa lavoro“, spiegherà come questo mondo possa offrire nuove e inaspettate prospettive a diverse figure professionali. Nel duecentenario de L’infinito, Mario Andrea Rigoni, tra i maggiori esperti di Giacomo Leopardi, alle 16.30 a casa Duse racconterà la sua passione per “L’infinito nei cento orizzonti”. Nel magnifico contesto de La Torricella, une delle più belle e significative ville di Asolo, il presidente della Fondazione architetti Treviso Giuseppe Cangialosi, in dialogo con Maurizio Trevisan, alle 17 parlerà del “Piacere di abitare”.

Alle 18 l’ultimo evento del Festival – prima di un suggestivo saluto un’ora dopo su una delle più belle terrazze di Asolo – è dedicato alle “Magie di cioccolato“: un appuntamento tra gioco e degustazione nel quale i maestri cioccolatieri Moreno Botter e Francesco Ornella guideranno in un’esperienza esclusiva spiegando come distinguere il vero cioccolato dai tanti surrogati e come capire le differenze tra le qualità e gli aromi del cacao delle diverse parti del mondo.

(Ph. Facebook – Festival del viaggiatore)