«Ho perso un occhio per colpa di un immigrato»

L’ex poliziotta, diventata famosa come naufraga dell’Isola dei Famosi, Viviana Bazzani, si racconta a cuore aperto

L’ex naufraga dell’Isola dei Famosi Viviana Bazzani si racconta a cuore aperto come mai ha fatto. L’abbiamo incontrata in occasione di uno shooting nel Vicentino: “Vent’anni fa ho perso la vista dell’occhio sinistro in seguito ad una colluttazione violentissima con un clandestino mentre lavoravo” e poi ricorda con emozione il magistrato Falcone “Era gentile, umano… la sua mano sul mio viso è indelebile in me”.

L’aggressione

L’ex agente di polizia ed ex concorrente della quinta edizione dell’Isola si confessa e si sfoga come non ha mai fatto prima d’ora, ricordando l’episodio che l’ha tristemente segnata di più: “Ricordo come se fosse ieri quella tragica e fredda notte d’inverno a Pescara di fine anni ’90 che mi ha rovinato la vita perdendo per sempre è completamente la vista del mio occhio sinistro in seguito ad una colluttazione con un migrante albanese clandestino mentre ero con la volante per i controlli”.

Affranta ma lucida,  l’ex agente continua: “Perdonare questo giovane delinquente no, ma comprenderlo si perché il problema immigrazione fuori controllo c’è sempre stata, negli anni ’90 con gli sbarchi dalla ex Jugoslavia, ed oggi con gli sbarchi in sud Italia dall’Africa, ma su questo fenomeno ho le mie idee molto chiare e decise”.

Falcone

Bazzani,  emozionata, ricorda i sei anni in cui fece da scorta al grande Giovanni Falcone a Roma: “Noi agenti di scorta non avevano un vero e proprio rapporto con lui, ma ricorderò sempre la sua gentilezza, umanità e quella calda carezza che mi ha dato che non dimenticherò mai”