Coletto: «Rinuncio al vitalizio e torno in cantiere»

La decisione dell’ex sottosegretario ed assessore alla Sanità leghista: «Indosserò l’elmetto, come una volta. Sono anche bravo sapete?»

«Rinuncio al vitalizio e ritorno in cantiere a fare il geometra». Luca Coletto, ex sottosegretario ed ex assessore alla Sanità, rende nota la sua decisione sulle pagine del Gazzettino spiegando che «devo ancora ripartire, ma l’idea è che i colleghi disegnino e che io seguo l’esecuzione dei lavori: indosserò l’elmetto e andrò in cantiere, come una volta. Sono anche bravo sapete?», scherza.

«Rimango un attivista della Lega, di cui sono ancora responsabile federale per la sanità. Per questo ruolo continuo a muovermi su tutto il territorio italiano – continua Coletto – e quando ci sono problematiche particolari, soprattutto che vanno al voto come prossimamente l’Umbria e l’Emilia Romagna, mi capita di intervenire pubblicamente».

Su un eventuale ricandidatura alle Regionali, Coletto risponde: «Ne parlerò con chi di dovere. Ma sono venuto via da Venezia perché sono stato chiamato a Roma, non certo perché stessi male. Quindi se posso fare qualcosa per la mia gente, ben volentieri».

(ph: imagoeconomica)