Sboarina al convegno “Le bugie degli immigrati” coi soldi di Serit

A Verona, è polemica sulla presenza del sindaco e sulla sponsorizzazione dell’azienda dei rifiuti all’evento di Nomos, un’associazione legata all’estrema destra

Sta facendo discutere la partecipazione del sindaco Federico Sboarina al convegno “Le bugie degli immigrati”, in programma questa sera, mercoledì, alla sala conferenze Circolo Ufficiali, in corso Castelvecchio 4, a Verona. Non solo: ciò che ha destato maggiore indignazione è il “ringraziamento per il contributo” alla municipalizzata Serit.

«Il comune patrocina e Serit finanzia un’altra iniziativa di questa fantomatica associazione Nomos. Stiamo parlando di una delle tante associazioni della galassia dell’estrema destra veronese che nascono e muoiono come i funghi – scrive su Facebook Federico Benini, capogruppo PD in consiglio comunale – Non risulta iscritta a nessun registro delle associazioni e riceve la fiducia di Comune e Provincia unicamente sulla base delle credenziali rese dal consigliere Andrea Bacciga (nella foto). Stiamo parlando della stessa realtà che aveva organizzato il concerto in onore a Jan Palach lo scorso 19 gennaio».

Nel corso dell’evento, sarà presentato il fumetto “Adam”, edito da Ferrogallico Edizioni, già oggetto di polemica sui quotidiani locali, e sarà presente anche Francesca Totolo, autrice di “Inferno spa”, edito da Altoforte. Due case editrici legate all’estrema destra.

«Sboarina è ormai diventato ospite fisso agli appuntamenti di Nomos che inaugura senza vergogna. Chissà cosa pensano i veronesi quando scoprono che quando pagano la tassa sui rifiuti, stanno anche finanziando degli eventi neofascisti» conclude Benini.

La pagina di Verona