Uragano Lorenzo verso le Azzorre: il video

Nonostante un primo indebolimento dal picco raggiunto sabato, resta un violento uragano con rafffiche di vento anche a 155 chilometri orari

Strade e scuole chiuse per l’arrivo dell’uragano Lorenzo nelle Azzorre. Ci vorranno ancora due giorni prima che i forti venti, molto pericolosi per gli abitanti delle isole portoghesi, smetteranno di soffiare: al momento l’emergenza resta alta.

Raffiche di vento da 155 km/h

Nonostante un primo indebolimento dal picco raggiunto sabato, resta un violento uragano con rafffiche di vento anche a 155 chilometri orari. “Nelle prossime ore la situazione peggiorerà”, ha detto Vasco Cordeiro, il presidente del governo regionale. E, insieme alle scuole, ha deciso di chiudere anche diversi edifici pubblici non di emergenza.
Colpite soprattutto le isole occidentali
Colpite soprattutto le Azzorre occidentali con un allarme più alto per le isole di Flores, Corvo, Faial, Pico, Sao Jorge, Graciosa e Terceira. L’uragano, che ha raggiunto la categoria 5 lo scorso fine settimana, è stato il più forte mai registrato nella zona. “Questo uragano ci colpirà con una certa gravità – ha detto Carlos Neves, presidente della protezione civile delle Azzorre – ma siamo pronti”.

Il percorso

L’uragano si porterà dalle Azzorre verso le Isole Britanniche, coinvolgendo dapprima l’Irlanda e poi il resto del Regno Unito tra giovedì e venerdì. La sua trasformazione in depressione extra-tropicale ne ridimensionerà l’intensità. E’ destinato a dissolversi rapidamente una volta raggiunto il centro Europa durante il fine settimana.

(Ph e video Instagram Dj Sousa)