Famiglia con due bimbi in monolocale Agec: «muffa e impianto elettrico pericoloso»

Michele Croce, ex presidente di Agsm e fondatore prima di “Verona Pulita” ed ora a capo di “Prima Verona”, ha usato i social per denunciare la storia di Isabella e la sua famiglia. Nel post si legge che la donna vive con il marito e i loro due bimbi in un monolocale Agec: «I piccoli non hanno la loro cameretta ma dormono tutti nella stessa stanza, con freddo e umidità malsana che potrebbero causare loro asma e gravi problemi respiratori. Con muffa al posto dei quadri. Con impianto elettrico fuori norma e pericoloso».

«Questo è quello che abbiamo visto oggi e che ci ha raccontato Isabella – continua Croce -. Ed è solo uno dei tantissimi e tristissimi casi di vita nelle case Agec. Eppure Isabella ha inviato decine e decine di mail alle “Istituzioni” per essere ascoltata». I risultati? «Dal sindaco Sboarina nessuna risposta. Dal presidente di Agec Niccolai una bella promessa che dura da due anni. Chiediamo di intervenire immediatamente. Ci vuole più attenzione ai problemi reali della città e specialmente dei veronesi», conclude Croce.

Tags: ,