Reddito cittadinanza, a rischio sospensione per 500 mila italiani

La mensilità di ottobre del reddito di cittadinanza potrebbe essere a rischio per 519.586 italiani che lo percepiscono se non integreranno la domanda presentata a marzo entro il 21 del mese. L’Inps ha già provveduto ad inviare un sms ed email a tutti gli utenti coinvolti per sollecitarli. In caso contrario, il reddito sarà sospeso fino all’invio delle note mancanti. E, in ogni caso, quando arriveranno riprenderà l’erogazione del reddito ma senza gli arretrati.

Le prime domande di reddito sono state infatti presentate a partire dal 6 marzo 2019 utilizzando un modello che è stato cambiato il 2 aprile 2019, motivo per il quale ora servono delle integrazioni. L’Inps ha inoltre comunicato di aver attivato una pagina web dove si possono trovare tutte le informazioni utili (la trovate cliccando qui).

(ph: imagoeconomica)