Erdogan ricatta l’Ue: «Se ci ostacolate in Siria vi mando 3 milioni di profughi»

Il presidente della Turchia: «Non potete definire la nostra operazione come un’invasione. L’unico obbiettivo è quello di eliminare il terrorismo»

La Turchia «manderà 3,6 milioni di rifugiati» in Europa se Bruxelles definirà come «una invasione» l’operazione militare lanciata ieri nella Siria nordorientale. A dichiararlo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan intervenendo ad Ankara e minacciando di «aprire le porte» ai rifugiati siriani attualmente in Turchia.

«Hey Unione europea! Non potete definire la nostra operazione come un’invasione – ha detto Erdogan ad Ankara -. L’unico obiettivo dell’operazione militare turca è quella di eliminare il terrorismo. La Turchia ignorerà le critiche sull’Operazione fonte di pace che abbiamo lanciato contro elementi terroristici mentre più di dieci attori stranieri agiscono liberamente in Siria».

«Chiedo all’Arabia Saudita di guardarsi allo specchio e di rendere conto di ciò che avete fatto in Yemen», ha aggiunto. Riferendosi al presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi, Erdogan ha detto che «l’Egitto non può dire nulla. Ha permesso al democraticamente eletto Morsi di morire soffrendo in un’aula di tribunale. Questo è il tipo di assassino che sei».

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)