Superga, 70 anni fa la tragedia: il Veneto ricorda i suoi campioni

Con il Grande Torino persero la vita i fratelli veneziani Ballarin di Chioggia e i vicentini Menti e Maroso

Nel 70° anniversario della tragedia di Superga anche il Veneto ricorda i suoi campioni che persero la vita quel 4 maggio del 1949 quando il Grande Torino venne cancellato in un attimo. Al rientro da Lisbona dopo un’amichevole disputata contro il Benfica, l’aereo in cui viaggiavano squadra, dirigenti e alcuni giornalisti, si schiantò contro il terrapieno di Superga nelle colline torinesi. Quattro i veneti che persero la vita: i fratelli Aldo e Dino Ballarin, di Chioggia, i vicentini Romeo Menti, di cui quest’anno si celebra anche il centenario dalla nascita, e Virgilio Maroso, di Crosara di Marostica. Storie che si intrecciano con il destino. Incredibile quella di Dino Ballarin, terzo portiere del Torino, che venne convocato all’ultimo momento per l’amichevole di Lisbona: fu una sorta di premio per l’impegno dimostrato, pur senza mai scendere in campo, grazie alla richiesta del fratello Aldo. Fu così che i due Ballarin morirono insieme nella tragedia.

I fratelli Ballarin

A Chioggia è la nipote di Dino e Aldo, Nicoletta, a tenere viva la memoria sui due fratelli veneziani. Esiste un sito a loro dedicato e nei prossimi giorni è programmato un ricco calendario di eventi “Aldo e Dino Ballarin cuore granata – 1949 2019 – Aldo e Chioggia insieme”. Giovedì 17 alle 21 al teatro Ferrini di Adria appuntamento con “Aldo e Dino Ballarin: dall’Adriese al Grande Torino”, ovvero la vita familiare e sportiva raccontata dai parenti con foto e video inediti, con la presentazione del libro “Aldo e Dino Ballarin dall’infanzia al Grande Torino” di Barbara Mastella e la mostra espositiva con fotografie e cimeli. Venerdì 18 ottobre la presentazione del libro di Barbara Mastella si sposta a Chioggia, alle 18, nella Sala Lampadari del Comune. Sempre a Chioggia il 18 ottobre alle 21 all’auditorium S. Nicolò ci sarà lo spettacolo teatrale “Destino Superga” con la compagnia Très Bien. Domenica 20 ottobre torneo di calcio “Trenile” con le giovanili Union Clodiense Chioggia, Sottomarina e Adriese alle 9 allo stadio di Chioggia Aldo e Dino Ballarin.

Una mostra a Vicenza

Come Chioggia, anche Vicenza si prepara a ricordare i campioni veneti con una mostra che raccoglierà fotografie, articoli, maglie, scarpe, palloni, le valigie e altri reperti recuperati dopo la caduta dell’aereo a Superga. Sarà dedicata ai fratelli Ballarin, a Menti e Maroso. E anche ad Alfonso Santagiuliana, vicentino che giocò nel Torino con cui vinse lo scudetto ma che proprio l’anno prima della tragedia ritornò, per vicende familiari, a vestire la maglia del Lanerossi Vicenza. Fu una fortuna per lui, che fu tra i primi a raggiungere il luogo della tragedia avvisato dai dirigenti granata. Il figlio Antonio Santagiuliana, promotore di diverse iniziative dedicate al padre e a Superga, sta ora organizzando la mostra, che grazie alla collaborazione con il Comune di Vicenza sarà ospitata tra fine novembre e inizio dicembre nella Sala dei Zavettieri in Basilica Palladiana. «Sto prendendo contatti con il Museo ufficiale del Grande Torino che porterà alcuni cimeli – racconta – così come faranno i familiari dei fratelli Ballarin. E’ giusto non dimenticare e far conoscere il Grande Torino e quei campioni alle nuove generazioni».