Referendum scissione Venezia-Mestre: tre municipalità per il no

Hanno preso posizione i presidenti di Marghera, Favaro Veneto e Chirignago-Zelarino

Verso il voto del 1° dicembre, cominciano a delinearsi le posizioni delle Municipalità di Venezia.

Quelle della terraferma, riferisce Il Gazzettino, nell’edizione di Venezia di domenica, si schierano compatte per il no, tranne Mestre, che, con Vincenzo Conte, va in controtendenza rispetto alla linea del centrosinistra, di cui fa parte. Si tratta di Favaro Veneto, Marghera e Chirignano Zelarino.

Le motivazioni di questa presa di posizione sono gli esiti negativi delle precedenti consultazioni, ben 4, e la convinzione che la divisione di un comune di 260mila abitanti non garantisca il miglior governo dei due che ne uscirebbero.